Rumori bianchi per i neonati, scopriamo insieme cosa sono.

Rumori bianchi per i neonati, scopriamo insieme cosa sono.

L’uso dei rumori bianchi si è diffuso negli ultimi anni ed è diventato un modo per rilassarsi, riposarsi, dormire e concentrarsi.
Molti genitori li utilizzano come “stratagemma” per far calmare e rilassare il proprio bambino o per farlo addirittura addormentare.

Contenuto selezionato da Pediatotem

Cosa sono i rumori bianchi?

Sono suoni che riescono ad indurre, soprattutto nei neonati, un senso di relax, mascherando gli altri suoni presenti nell’ambiente che potrebbero risultare fastidiosi o disturbanti, facilitando l’addormentamento del piccolo.
Questi rumori sono suoni di ampiezza costante, ripetitivi ed uniformi; in analogia con la gamma dei colori, vengono definiti bianchi perché comprendono tutti i suoni e le frequenze udibili.

Salva su Spotify la nostra playlist Rumori Bianchi per bambini!

Quali sono i rumori bianchi?

I rumori bianchi possono essere diversi; riferendoci agli oggetti che tutti noi abbiamo in casa, possiamo pensare al rumore dell’aspirapolvere o al rumore del phon acceso, ma anche al rumore del vento tra le foglie o della pioggia che cade, alle onde del mare che si infrangono sugli scogli, ecc.
Non tutti i bambini però apprezzano i rumori bianchi, e non a tutti piace lo stesso rumore, a volte è necessario fare vari tentativi per trovare quello giusto per il nostro piccolo.
Esistono in commercio dei dispostivi in grado di riprodurre questo tipo di suoni, o anche delle playlist di rumori bianchi, presenti nelle famose piattaforme di musica in streaming.

Perché i rumori bianchi sono così rilassanti?

L’utilizzo dei rumori bianchi, per molti genitori è un ottimo metodo, non farmacologico, adatto per il controllo del dolore e per ridurre i tempi del pianto, influenzando positivamente i parametri vitali del bambino.
Infatti, oltre a facilitare l’addormentamento in breve tempo, è stata provata l’efficacia dei rumori bianchi anche nel contrastare dolori e fastidi tipici dei neonati, ad esempio per placare le spiacevoli colichette.
I rumori bianchi hanno questo effetto calmante nei neonati perché ricordano i suoni ascoltati all’interno dell’utero materno, durante la gravidanza, come il battito cardiaco della mamma; infatti, l’udito è tra i primissimi sensi a svilupparsi e già dalla ventiquattresima settimana il feto riesce a percepire i suoni.

Precauzioni per l’uso

Come abbiamo detto, molti genitori usano i rumori bianchi perché hanno avuto l’esperienza dell’effetto calmante sul loro neonato.
Anche se i rumori bianchi possono essere estremamente efficaci per aiutare i neonati a tranquillizzarli, i pediatri raccomandano di fare attenzione ad alcune accortezze:
• Il dispositivo che riproduce i rumori bianchi va collocato ad una distanza adeguata dal bambino, mai vicino o persino dentro la culla o il lettino;
• Il volume deve essere basso e solo di sottofondo, così da non interferire con la qualità del sonno del piccolo e non causare piccoli e continui risvegli;
• Quando il neonato è ormai addormentato il dispositivo va spento, non va mai lasciato acceso tutta la notte.

Salva su Spotify la nostra playlist Rumori Bianchi per bambini!

Prodotti Correlati